Berlino

 

 

Berlino , storia di una città divisa per 28 anni , oggi moderna metropoli europea  con alcune cicatrici lasciate dalla guerra .

Parto da Bergamo il 10 gennaio con Ryanair (50 euro A/R)  , atterro a Schonefeld  in serata  , fuori dall’aeroporto percorrendo sulla sinistra un marciapiede coperto si arriva ai treni (AirportExpress) e metro (S9) , il biglietto zona ABC costa 2,80 euro e si prende nei distributori lungo il percorso  , il tempo di arrivo ad Alexander Platz è di 30 min. per il treno e 45 min. per il metro.

Proseguo col metro U8 per 2 fermate e arrivo in Veteranenstrasse dove avevo prenotato un appartamento da Mark , un monolocale con cucina e bagno in un palazzo nuovo nel quartiere Mitte , 44 euro al giorno .

Il giorno seguente per prima cosa acquisto l’abbonamento settimanale per i trasporti , città troppo grande da girare a piedi , piuttosto caro anche l’abbonamento , 26,20 euro per le zone AB  , semplici da usare bus e metro.

Inizio a visitare Alexander Platz , il centro della parte orientale della città , oltre ai centri commerciali vi è la torre della televisione dove si può salire fino a 207 mt. (10 euro) per una vista sulla città , altre curiosità l’orologio del mondo , che segna l’ora di 27 paesi , la chiesa di S.  Maria  del 1274 e la fontana di Nettuno .

A poche centinaia di metri l’Isola dei Musei , dove ci sono le più importanti esposizioni , Altes Museum , Pergamonmuseum , Bodemuseum ,  la Galleria Nazionale , il Museo Storico  la Cattedrale di Berlino . Da qui inizia anche uno dei viali più belli , Unter del Linden  , che ospita diversi palazzi storici .

 

  

 

In fondo al viale la Pariser Platz e la Porta di Brandeburgo , un tempo passaggio fra ovest e est , inaugurata nel 1791 . Dal natale del 1989 i Berlinesi e i turisti possono passare liberamente attraverso la porta .

La piazza principale della zona ovest è Potsdam Platz , completamente ricostruita nel 1994 , dopo la caduta del muro , furono eretti alti palazzi in vetro e il Sony Center  con centri commerciali . Questa zona ovest è particolarmente nuova e moderna , il  quartiere Ku’Damm attraversato dal grande viale Kurfursten mostra i negozi più belli e altri centri commerciali , la chiesa commemorativa dell’ Imperatore Guglielmo , il giardino Zoologico , il monumento agli Ebrei d’Europa , il Checkpoint Charlie posto di passaggio tra le due città , oggi rimasto come attrazione turistica , il museo di Berlino ,  il Museo del Muro e la Topografia del Terrore , esposizione all’aperto di fotografie e documenti .

Al centro città il grandissimo parco di Tiergarten , 200 ettari , attraversato dalla strada des 17 juni e dalla colonna della Dea Vittoria . Nel quartiere di Charlottenburg il castello con giardini .

In alcune zone è rimasto qualche metro di muro e in tutti i negozi di souvenir si trovano pezzi di muro da acquistare per ricordo , in alcune parti a terra è segnato il percorso che faceva , molti graffiti di cui era ricoperto continuano sulle case

 

 

 

 

 

Alcune curiosità :  i venditori di panino al wurstel con il banchetto mobile con le bretelle , sulle spalle hanno la bombola di gas per arrostire i wurstel ;

fare un giro sulla mitica Trabant oppure sulle bici-taxi ;

farsi una foto o il lasciapassare al Checkpoint Charlie ;

i nomi delle strade che finiscono tutti in strasse con la doppia s sostituita dalla ß;

i numeri nelle strade che sono consecutivi su ogni lato e al termine di essa continuano sull’altro lato al ritorno ;

girando in metro che a volte è sotterranea a volte sopraelevata si passa dalla città a posti simili alla campagna e poi di nuovo città ;

Il 9 novembre 1989, con la caduta del muro, Berlino, ridiventata capitale, è molto cambiata … ed è destinata a cambiare ancora.

 

Paolo  http://dunebuggy.altervista.org/